Categorie
Landing Page

Guida rapida di Mik Cosentino per una Landing Page perfetta che funziona davvero

E pensare che oltre 7 anni fa le guide che avrei potuto fare sarebbero state inerenti al nuoto e a come poter migliorare la propria tecnica di nuotata.

Poi nel momento in cui ho scoperto il business online, ho sfruttato le competenze che stavo scoprendo per insegnare ai nuotatori professionisti come gareggiare meglio e ottenere più risultati.

In fondo sono stato uno dei delfinisti più forti di sempre quindi dal canto mio avevo tutte le carte in regola per condividere una forte promessa ad un target specifico.

Ed è esattamente questo quello che deve fare una landing page.

Condividere qualcosa di allettante ad un pubblico specifico.

ATTENZIONE!

Oggi giorno ci sono delle regole importanti da seguire quando si decide di muoversi online, specialmente in merito al discorso landing page.

Perché dico questo?

Se non sei un neofita e hai già avuto modo di fare qualche pagina cattura contatti, ti sei reso conto che se viene veicolata con i classici social network, se non si fa attenzione a quello che si scrive sopra, rischia di essere un vero e proprio problema.

I social network hanno delle loro regole da rispettare e se in una pagina cattura contatti condivido un messaggio che può essere fuorviante, frainteso, e che fomenta sensazioni negative o temi delicati… è un attimo vedere bloccate le proprie campagne pubblicitarie.

Per questo motivo è bene conoscere il terreno di gioco prima di commettere qualche errore di distrazione che poteva essere facilmente evitato.

L’ignoranza della legge non scusa – stesso discorso vale per la landing page perfetta

pagina cattura contatti

Se ti stai chiedendo come mai oggi ho voluto aprire questo articolo con questo argomento è per una ragione molto semplice.

Se hai intenzione di avviare un business online o comunque vuoi digitalizzare una tua passione o competenza… devi sapere come puoi sintetizzare ciò di cui ti occupi e come quello che fai può aiutare le persone al punto tale da invogliarle a voler vedere più da vicino quello che fai e cosa c’è per loro innescando poi il funnel di vendita.

Non a caso è lo stesso identico approccio che ho seguito nel corso di questi anni e che mi ha portato dove sono oggi.

Quindi si può dire che ogni strumento nel suo insieme è molto importante ma se c’è una cosa che attira le giuste persone a volerne sapere di più è proprio la landing page.

Poi è chiaro che non è solamente quella che fa la differenza ma aiuta (e non poco).

Di sicuro screma il target, e ti mette di fronte le giuste persone interessate a voler avere maggiori informazioni riguardo ciò di cui ti occupi.

Altrimenti senza questa iniziale scrematura si avrebbe a che fare con un pubblico freddo che non risponde a tono a quello che fai con il rischio di perdere tempo appresso a persone che non trovano allettante, stimolante e coinvolgente quello che proponi.

E sarebbe un peccato non considerare queste sfumature visto che esistono.

Pertanto se sei una persona che:

  • Ha intenzione di avviare un’attività online, questo contenuto fa per te
  • Ha intenzione di digitalizzare un ramo d’azienda, questo contenuto è per te
  • Ha intenzione di promuovere sul web la propria passione o competenza, questo contenuto è per te
  • Ha la necessità di raggiungere più persone a cui proporre i propri prodotti o servizi per scalare sempre di più il business, questo contenuto è per te

Se invece non rientri in nessuno dei casi precedenti e credi che io non sia la persona adatta per trattare questi argomenti, dai un’occhiata alla pagina che ti si apre cliccando qui 👈

Fatta questa importante premessa ecco quello che andremo a vedere insieme in questo articolo:

Ti è mai capitata una cosa del genere?

Sei tranquillo a scrollare la home page di Facebook o stai navigando online e ad un certo punto i tuoi occhi vengono attirati da un testo che ti risuona familiare perché è come se qualcuno conoscesse i tuoi desideri, ambizioni o ostacoli da superare.

Di fronte ad un testo simile non puoi fingere che non ti interessi.

Così ti soffermi un attimo a rileggerlo meglio e osservi.

Magari clicchi.

Ed ecco che si carica una pagina web (di base è una landing page) in cui viene rafforzato maggiormente quello che è il messaggio pubblicitario letto poco fa, con qualche incentivo in più che ti spinge a fare qualche piccola azione.

Sono certo che ti sarà capitato.

Ripensa a quando hai inserito i tuoi dati (nome, email o numero di telefono) in una pagina web in cui il testo diceva che se lo avresti fatto, in cambio avresti preso accesso a del contenuto gratuito, report, o workshop live.

Ecco… in tutti quei casi si ha a che fare con una landing page.

In questo momento non sto a scendere più nel dettaglio di quelle che possono essere delle varianti che si possono applicare alle landing page, per il momento rimaniamo sul basico così come puoi vedere cliccando qui 👈

E’ un esempio da cui puoi prendere spunto.

Se ci fai caso, il messaggio che vedi è molto semplice, diretto e va dritto al punto.

Ma iniziamo a scendere più nel dettaglio negli argomenti di questo articolo.

Cos’è una landing page e come puoi crearla da zero

landing page free

Un attimo fa abbiamo visto che una landing page è una pagina web che ha come obiettivo quello di scremare un target “curioso” da uno potenzialmente “interessato” disposto a lasciare i propri dati per ricevere maggiori informazioni.

L’approccio che innesca questo strumento è molto importante perché permette di entrare in contatto con un pubblico che è affine a ciò di cui ci occupiamo, o che in qualche modo vogliamo far suscitare in lui un certo desiderio o necessità di voler raggiungere una situazione desiderata al punto tale da metterlo nella condizione di entrare in contatto con noi. Poi a trasformarlo in un cliente pagante ci pensa il funnel di vendita, strumento che serve proprio per mettere un utente nella condizione di aumentare un senso di fiducia nei nostri confronti fino a portarlo a mettere mano al portafogli per entrare più vicino nella nostra dimensione.

Da tutto ciò si evince che se la landing page non è performante e non trasmette un messaggio chiaro, preciso e definito (seguendo ovviamente le privacy policy dei vari social qualora si utilizzassero le campagne pubblicitarie) difficilmente le persone saranno disposte a voler lasciare i loro dati per entrare in contatto con noi.

Esistono diversi strumenti che si possono utilizzare per creare una lading page perfetta.

Da Clickfunnels a Lead Pages passando per Optimizepress e molti altri (una landing page si può fare anche con wordpress) ma ora non voglio scendere nei dettagli tecnici perché non è tanto la scelta dello strumento che fa la differenza, bensì cosa comunichi nella landing page.

In fondo puoi utilizzare lo strumento più performante del momento ma se l’ordine delle parole che hai scelto, i colori ecc non stimolano il target a ricevere maggiori informazioni… è chiaro che c’è da fermarsi un attimo e capirne come fare.

Considera questi passaggi nella creazione di una landing page

Quello che ti sto per condividere qui di seguito è l’esatto ragionamento che devi fare la prossima volta che vorrai creare la tua landing page – oppure se l’hai già fatta, osservala con queste considerazioni che trovi qui di seguito così ti rendi conto se stai andando nella direzione giusta, oppure se è il caso di modellare qualcosa.

Piccola nota prima di proseguire: se l’hai già creata e già diverse persone hanno lasciato i loro dati per ricevere informazioni, non ti soffermare solamente su quanto converte singolarmente la landing page, ma considerala nell’insieme del tuo funnel.

Sai perché ti dico questo?

Perché vedo troppo spesso aspiranti marketer che cercano di aumentare il tasso di conversione della landing page ma poi hanno un funnel di vendita che non converte un utente in cliente pagante.

Pertanto prima di toccare qualsiasi cosa, considera il tuo imbuto di vendita nel suo insieme e poi monitora i giusti numeri.

Perché a volte è meglio avere una optin che converte meno ma attira persone in target rispetto ad una che converte di più ma attira solamente curiosi che mai metteranno mano al portafogli.

Come dicevo, dipende sempre da come viene impostata la comunicazione, il funnel e da altri fattori che qui in un articolo non si possono approfondire.

Cosa che invece faccio all’interno del mio programma Infomarketing Lifestyle.

Ad ogni modo, quello che possiamo fare insieme adesso è prendere in considerazione questi punti nella costruzione della tua landing page perfetta

  • Hai idea di quello che è il tuo target?
  • Sai cosa desidera?
  • Sai cosa propone la concorrenza?
  • Ha un funnel di vendita?
  • Ci sei entrato per vedere cosa comunica, come e perché?
  • Sai qual è la tua unicità e come puoi essere percepito diverso dagli altri e perché le persone dovrebbero ascoltarti?
  • Hai pensato a cosa potresti offrire di GRATUITO per innescare curiosità, interesse e desiderio di voler avere maggiori informazioni dal tuo pubblico?
  • Hai idea di quali sono le parole che è meglio non utilizzare nel tuo settore?
  • Hai letto le privacy policy dei social che vuoi utilizzare per fare pubblicità online?
  • Hai abbozzato un’idea di comunicazione che vorresti promuovere online?

Ora dimmi… avevi mai preso in considerazione queste domande prima di creare la tua landing page perfetta?

Perché se fino ad oggi queste domande erano rimaste così sospese nella tua mente o nemmeno minimamente considerate… allora inizia a farlo da subito.

Prendi carta e penna oppure un foglio elettronico e rispondi a queste domande ADESSO.

Scrivi quello che ti viene in mente senza pensare di fare bene o fare male.

Metti giù tutto quanto.

Poi nel momento in cui hai una panoramica più precisa, ecco che puoi passare allo step successivo, che è quello di dare forma alla tua pagina cattura contatti.

Personalmente nel momento in cui ho chiarezza mentale vado dentro al mio account clickfunnels e inizio a creare lì.

Però non ti nego che a volte è meglio avere un’idea precisa anche su carta così nel momento che sai cosa scrivere, lo vai ad inserire all’interno dello strumento che hai scelto senza problemi.

Ecco qui un esempio di testo per una landing page che funziona davvero

landing page mik cosentino

Come puoi vedere, nella mia landing page, sin da subito ti mostro cosa c’è di gratis se mi lasci il tuo contatto o quantomeno se prenoti il tuo posto, e quello che è il tema centrale che voglio approfondire con te.

Tema che è molto sentito per chi ha un’attività, un business o vuole promuoversi online.

In fondo se si vuole scalare la propria attività, oltre a vendere ai propri clienti è bene farlo attirando anche nuove persone nella propria dimensione, pertanto essendo questo un tema molto caldo, ho voluto prenderlo in considerazione mostrandoti come riesco a farlo ogni singolo giorno dell’anno in modo scientifico e prevedibile.

Questa frase cosa preclude?

Preclude il fatto che ti dico che con me non farai mai le cose a casaccio, e che non dovrai andare a bussare da amici e parenti per trovare qualcuno disposto a darti i suoi soldi per quello che proponi, ma ti mostro invece un metodo innovativo che ti permette di parlare con le persone realmente interessate a quello che fai senza disturbare nessuno.

E se ancora oggi non hai avuto modo di vedere questo metodo, lo puoi vedere in azione cliccando qui 👈

ATTENZIONE!

Il fatto che io abbia impostato questa landing page in questo modo (e la sto usando da ormai due anni – gli ho fatto giusto qualche aggiustamento) non vuol dire che tu la devi fare identica a me.

Ciò che devi considerare è la logica che c’è dietro.

Quindi ti basta replicare lo stesso modello di pensiero nel tuo caso specifico e vedere cosa ne viene fuori.

Non fare il pollo che non ha voglia di ragionare e piuttosto fa “copia e incolla” perché così fa prima.

Non è così che funziona.

Anche perché questo è esattamente un concetto che è emerso nell’articolo in merito al funnel di vendita in cui ho condiviso un comandamento molto importante: non desiderare il funnel di vendita altrui.

Per quanto sia giusto analizzarlo (così come sto facendo adesso con te) non metterti nella condizione di farlo tale e quale.

Modellalo, costruiscilo sulla base di quello di cui ti occupi perché è solamente così che riesci a vedere dei risultati tangibili.

Ok?

A seguire, quello che ho condiviso nella landing page è stato un elenco puntato di 5 macro punti chiave che verranno condivisi durante il webinar, esattamente quei punti che rappresentano dei temi di maggior interesse per il mio target.

Ovviamente è bene non fare delle promesse troppo forti o dei risultati che si possono raggiungere guardando il contenuto gratuito.

Quello che si deve fare è limitarsi a dire ciò che verrà mostrato senza fare promesse troppo forti e senza utilizzare un linguaggio negativo che fa leva su emozioni come la paura, il terrore, la solitudine ecc…

Per quanto potrebbe essere maggiormente persuasivo, così come ti stavo condividendo nelle pagine precedenti, è bene conoscere le privacy policy dei social network che utilizzi per veicolare del traffico sulla tua landing page, perché se si comunica un linguaggio negativo, che incita situazioni spiacevoli per il target, è un attimo vedersi stoppare le campagne e il blocco dei vari account pubblicitari.

Di base in questi contesti è sempre meglio essere un pelino più generici salvaguardando la salute del proprio business senza eccedere.

Infine c’è un pulsante che invita ad un’azione immediata.

Anche qui è sempre bene evitare di scrivere “clicca qui” o “premi il pulsante” perché per i social network con i quali si fanno campagne pubblicitarie, scrivere in modo diretto potrebbe essere vista come una forzatura, nel senso che il target non ha libero arbitrio ma è come se lo invogliassi a farlo “forzatamente”.

Queste sono le cose che devi sapere per creare una landing page perfetta

Meno è meglio.

In fondo avrei potuto spaziare in ulteriori contenuti che sarebbero potuti essere sicuramente efficaci ma che avrebbero inserito delle variabili da considerare nella creazione della landing page perfetta e rendere tutto molto più complesso.

E siccome a fronte della mia esperienza sul campo mi sono reso conto che alla fine della fiera le cose che funzionano sempre sono degli approcci efficaci e dritti al punto, ecco quello che ho voluto fare con te in questo articolo.

Pertanto la prossima volta che vai a realizzare la tua landing page tieni conto di quello che ti ho condiviso fino a qui + queste ulteriori linee guida.

Te le condivido perché mi hai seguito fino a questo punto della lettura.

  • Evita di scrivere frasi che alludono ad una conversazione al “tu per tu”. Tipo “stai vivendo questo tipo di situazione?”
  • Inoltre evita di fare delle domande dirette in una landing page (non è gradito dai social network)
  • Utilizza uno sfondo bianco senza mischiare troppi colori – la semplicità vince sempre
  • Evita di utilizzare il rosso come colore nelle scritte del testo
  • Non è necessario inserire un video così come ho fatto io nella landing page, inizia con una foto (possibilmente sorridente e che esprime felicità piuttosto che qualcosa che esprime tristezza) e vedi come funziona il tutto (a complicarsi la vita si fa sempre in tempo)

Per il momento tieni conto di queste indicazioni.

Che impatto ha una landing page in un funnel di vendita?

landing page online

Non è un caso se ti ho condiviso le informazioni contenute in questo articolo in questa sequenza.

Ed il motivo è molto semplice: si tratta di una piccola sfumatura che fa la totale differenza.

Aver chiaro cosa comunicare al proprio target è importante. Altrimenti si corre il rischio di scrivere cose che non hanno molto senso e non sono abbastanza funzionali all’innescare intrattenimento.

Sì perché quello che devi tenere conto quando ti promuovi online è che non devi pensare a vendere subito (questo vale specialmente se non sei molto conosciuto).

Quello che devi fare è innescare interesse e curiosità alle persone mettendole di fronte ad argomenti che sono di loro gradimento, e per come sono stati “impacchettati” sono disposti a voler scoprire di più.

E’ questo il segreto che fa la totale differenza.

L’impacchettamento delle informazioni.

Una cosa che la stragrande maggioranza delle persone lì fuori che si promuovono online non tengono sufficientemente in considerazione.

Ed è anche per questo motivo che una landing page può influenzare positivamente tutto il resto del funnel di vendita se viene creata con il giusto approccio.

Ovviamente non è che se fai bene questa ma poi tutto il resto è incoerente e non ha né capo né coda allora il meccanismo di marketing funziona a prescindere.

Ovvio che no!

Ogni step deve essere ponderato nel modo giusto e di sicuro la landing page ha come obiettivo quello di far entrare delle persone potenzialmente interessate a ciò che proponi.

Ma se come lo proponi non arriva nel modo giusto… allora diventa inutile tutto quello che ti ho mostrato fino a qui.

Sul serio, non è uno scherzo e non è un prendermi gioco di te.

Nella maniera più assoluta!

Infatti…

Se non consideri l’utilizzo del copywrting nella landing page abbiamo un problema

O meglio… il problema deriva da come utilizzi il copywriting (se lo utilizzi) nella landing page.

Perché se poi non tieni conto di quelle che sono le regole dei social network in merito a ciò che puoi comunicare in una nicchia piuttosto che in un’altra, poi non fare la faccia sorpresa se ti vengono bloccate le campagne pubblicitarie.

Purtroppo a volte ci si fa prendere la mano dal potere della persuasione e si cerca di “forzare” il tutto nel come si scrive per “osare” e vedere se aumentano le conversioni e se si riesce a recuperare un target ancora più profilato.

Di base questo meccanismo è assolutamente corretto.

Solo che ci sono delle regole da seguire, ed io stesso le rispetto altrimenti se nella mia landing page utilizzassi un tipo di comunicazione che fa leva sulla paura… non avrei vita lunga.

Come io nessun altro.

Per questo motivo è sempre bene muoversi con cognizione di causa, cercando di comunicare un messaggio che arriva dritto al punto senza essere eccessivamente specifico ma che invoglia l’utente a voler ricevere maggiori informazioni.

Questa è la verra difficoltà: essere persuasivi senza usare tutti i poteri della persuasione scritta.

Tuttavia nessuno ti vieta di forzare la mano all’interno del tuo funnel, lì sei libero di muoverti come meglio credi (purché non fai arrivare del traffico a pagamento su dei specifici step del funnel) altrimenti siamo sempre punto e a capo.

Laddove utilizzi il traffico a pagamento c’è sempre da fare molta attenzione a quello che viene comunicato perché viene analizzato da un algoritmo.

E se dovesse trovare qualcosa fuori posto… è un problema.

Quindi è assolutamente corretto prendere in considerazione l’utilizzo del copywriting, ma è bene farlo nel modo giusto.

Mik Cosentino

Ma come, l’articolo sulla landing page finisce così?!

Si basta, per oggi ti ho condiviso abbastanza informazioni in merito al discorso landing page.

Quindi ecco un breve sunto di tutto quello che abbiamo visto in questo succoso contenuto targato Mik Cosentino.

  • Prima di scrivere qualsiasi cosa all’interno della tua landing page, tieni conto di cosa vuoi comunicare, perché, chi sei tu per dire determinate cose e soprattutto visiona le privacy policy per evitare d’incappare in qualche rogna

  • Hai scoperto che la landing page è quella pagina web che ha come obiettivo quello di far entrare le persone all’interno di un funnel di vendita a cui proporre i tuoi prodotti o servizi (ci sono diverse tipologie di landing page ma quello che conta è partire dai fondamentali, ottenere risultati e poi testare – a complicarsi la vita si fa sempre in tempo)

  • Less is more. Principio che vale specialmente in questo contesto. Se inizio a considerare troppe variabili da inserire all’interno della landing page, poi non ho modo di verificarne il suo andamento e funzionamento. Del resto una landing page ha come obiettivo quello di scremare il target e avvicinare chi è realmente interessato, e qui hai avuto modo di poter vedere un classico esempio

  • Per quanto è vero che il copywriting fa la totale differenza nella comunicazione, bisogna evitare di calcare troppo la mano, altrimenti può avere effetto boomerang. Pertanto se è la prima volta che senti dire “copywriting”, meglio ancora. Quando scrivi online, premurati di scrivere come parli senza riempirti la bocca di parole inutili o complesse.

Comprendo che creare un business online possa essere un difficile percorso tortuoso in cui dover imparare tante competenze.

Ma in realtà io ho semplificato di molto la strada.

Infatti non importa se:

  • Non hai molta dimestichezza con il pc
  • Non hai molto tempo da dedicare allo studio
  • Non credi di potercela fare
  • Pensi che forse sia il caso di lasciar perdere

Perché anche io pensavo le tue stesse cose ma nel momento in cui mi sono reso conto che potevo aiutare le persone a semplificargli la vita oltre a trovare un modo per guadagnare di più… avevo (ed ho anche adesso) tutto il sacrosanto diritto e dovere di comunicarlo (sempre con etica ovviamente).

Quindi datti un’opportunità così come hanno fatto loro 😎

Negli ultimi anni ho aiutato migliaia di persone a sponsorizzarsi online e a fare cose che fino a qualche mese prima pensavano fossero impossibili.

Una via esiste sempre.

Sei pronto a volerla vedere per farti chiarezza una volta per tutte?

PS. Ok forse non sembra una guida prettamente rapida ma di sicuro ora che hai visionato questo contenuto, sai per certo cosa devi fare per creare la tua landing page perfetta senza avere il timore di sbagliare.

Questo è il potere dei miei contenuti.

Ricevi quello che ti serve per andare a colpo sicuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *